Non dirmi che hai paura - Giuseppe Catozzella
Ruk114 rubriche - BreveMente

Non dirmi che hai paura - Giuseppe Catozzella

"Sai già tutto di questo libro: lo leggi sapendo come finirà. E neanche l'angoscia che ti assale e la rabbia crescente può nulla contro questo tragico finale" **** (4 stelle)

 
Impressioni di Giuditta su "Lo spazio inquieto"
Giuditta rubriche - Impressioni di lettura

Marco Filoni è un pensatore raffinato, con una pacatezza di ragionamento che è dote rara. Attratta dal nome dell'autore e dal titolo "Lo spazio inquieto" mi accingo a farmi guidare tra le strade della città tra geroglifici sociali da decifrare, enigmi da risolvere, caratteri da scrivere. I passi di Filoni sono decisi e leggeri, pur con un'orma profonda, e con lui si viaggia in buona compagnia.

 
Regalaci un libro!
Giunti consigli speciali... - Dalle case editrici...

 
Impressioni di Giuditta su "Sul corno del rinoceronte"
Giuditta rubriche - Impressioni di lettura

Con una prosa semplice e disarmante Francesca Bellino ci porta in Tunisia, passando per il Pigneto. Volano le pagine nella lettura e cresce l'ansia di sapere come è morta Meriem, l'amica che, conosciuta in Italia, solo un anno prima inspiegabilmente era tornata in Tunisia dalla sua famiglia. La rivolta tunisina è nel suo farsi e la protagonista, con la curiosità del suo mestiere, è infatti un'antropologa, vuole capire cosa sia successo alla sua amica ma anche cosa sta accadendo in Tunisia.

Scelte raffinate nel catalogo di L'asino d'oro. Finora non mi sono mai pentita di aver letto un loro libro e stando alle impressioni delle prime pagine non accadrà neanche questa volta.

 
Dieci Buoni Motivi per NON leggere "Oltre il vasto Oceano"
Beatrice Monroy La parola agli autori - 10 buoni motivi... 30 Luglio 2014

Dieci Buoni Motivi per NON leggere "Oltre il vasto Oceano"

di Beatrice Monroy

1. Cominciamo con il dire che questo romanzo Oltre il vasto Oceano, è scritto da una donna aristocratica siciliana, quindi chissà che noia e che muffa.

2. E poi di cosa narra? La storia di una Grande Rovina di una famiglia aristocratica, non mi pare un racconto edificante.

3. Pretende inoltre di volere rinarrare la storia del Sud a partire dallo sguardo di una donna e della sua famiglia, ma chissene?

4. Ha un difetto gravissimo che salta subito agli occhi, qualora si riescano a superare le prime due pagine, è scritto in una lingua mischiata con altre lingue, ci sono parole spagnole! Inglesi! E così via, che razza di pasticcio!

5. Questa autrice pretende di scrivere in realismo magico, cioè mischia verità e fantasia e anche questa cosa confonde, se vuole raccontare una storia perché non la fa semplice semplice?

6. Sprofonda in racconti immaginari, angeli, esseri soprannaturali, follie, dice che sono i racconti di famiglia, bella famiglia davvero!

7. La storia parte dal seicento e ripercorre attraverso alcuni personaggi di famiglia parte della storia del Sud d’Italia, così come l’ho scritto adesso, non sarebbe male ma il problema è che lei ci mette dentro tutte queste cose inventate e ci si perde in mille racconti.

8. E poi cosa sono questi racconti? Guerrieri, principi e intellettuali, nessuno che faccia denaro, anzi! Come già scritto narra la storia di una famiglia che il denaro l’ha perso. Cosa ci si può trovare da leggere, boh!

9. Al centro del romanzo c’è la storia della nonna Cornelia, una donna che si fa infinocchiare dal marito, ci mancava questa!

10. Per finire il romanzo è di ben trecento pagine, mica roba da niente….

 
Eventi
amministratore sito 17 Luglio 2014
 
Sconti in libreria
amministratore sito 01 Dicembre 2013

(gli sconti sono applicati solo nelle librerie che aderiscono alle campagne promozionali degli editori)